Z Nation

Programmi

Z Nation: focus su Doc, il compare

Scopri chi è Doc e perché è l'amico che tutti vorremmo durante un'apocalisse zombie

z_nation_doc


Membro della squadra di sopravvissuti all'apocalisse zombi di Z Nation, Doc è il supporto morale del team.

Lo conosciamo semplicemente come “Doc”, ma il ciarliero e simpatico sopravvissuto all’apocalisse zombie nonché membro originale del gruppetto di protagonisti di Z Nation, in realtà si chiama Stephen Beck, la sua missione nella vita è assumere le droghe migliori in circolazione e la sua funzione nella serie è allentare la tensione facendo sorridere. Doc non è un vero medico, ma uno psicologo con un approccio piuttosto alternativo che al momento del primo incontro con i morti viventi stava esercitando. Oggi è un membro della squadra che vuole portare l’ibrido Murphy in un luogo adeguato per fare del suo sangue un vaccino contro il virus zombie. Anche senza specializzazione in chirurgia è quello che rattoppa i feriti in caso di bisogno – tutto quello che sa lo deve alle repliche della serie medical ER Medici in prima linea! - e ha sempre una scorta consistente di pasticche – sia medicinali che stupefacenti.

[Scopri tutto su Murphy, il messia]

Dietro all’atteggiamento da figlio dei fiori si cela lo spirito di uno dei personaggi più duri a morire del piccolo schermo. Infatti, ne ha passate di tutti i colori: è stato scaraventato in un dotto di ventilazione dove ha trascorso qualche oretta abbracciato a un soldato zombie stordito di fumo passivo “stupefacente”, è stato fatto saltare in aria e poi ferito da un colpo di pistola amico alla spalla dopo che i suoi stessi compagni di viaggio lo avevano scambiato per un morto vivente. Doc è un ex tossicodipendente – sappiamo che prima della fine del mondo ha trascorso del tempo in riabilitazione – e dopo l’apocalisse ha fatto dello scambio di sostanze illecite e medicine – tanto da essersi autopromosso “farmacista dilettante” - un altro metodo efficiente per sopravvivere. Va matto per le droghe ma non ne è dipendente, non vandalizza le scorte che ha sempre a disposizione ed è una persona leale e affidabile. Insospettabilmente, il capellone ha un passato nella Marina degli Stati Uniti; ha anche un figlio (e una ex moglie), avuto quando era solamente diciannovenne, ma che nella serie non si è (ancora) mai visto.

[Tutto quello che c'è da sapere sulla tosta Roberta]

Amato da tutti, è il collante del gruppo, sia esso capitanato da Charles Garnett o da Roberta Warren; anche l’acido e cinico Murphy lo considera un amico, e Doc va particolarmente d’accordo – dimostrando uno spirito paterno – con Diecimila, ragazzo solitario e dalla mira infallibile che lo salva da uno zombie (e poi da molti altri) all’inizio del viaggio e che viene invitato a unirsi nella missione. Il talento comico e la simpatia di Doc lo traggono in salvo frequentemente quando incontra altri sopravvissuti meno amichevoli. Pacato e sempre ben rifornito di pasticche ed “erba” (compresa quella, evidentemente strepitosa, coltivata usando gli zombie come concime) è uno dei personaggi più amati di Z Nation non solo per il suo atteggiamento ma anche perché è una figura dotata di compassione e umanità.

LORENZA NEGRI

Comments: