Scorpion

Intervista a Elyes Gabel di Scorpion

Scopri cosa ha detto Elyes Gabel degli in & out sul set di Scorpion nell'intervista ad AXN!

Elyes Gabel

La seconda stagione di Scorpion si fa più ricca di azione con casi sempre più internazionali. Abbiamo lasciato il geniale e scontroso Walter O’Brien, in una situazione drammatica alla fine della scorsa stagione: ha rischiato la vita in un incidente, in seguito a un momento di sconforto. La tendenza a strafare e la passione per il rischio del protagonista sono solo una delle peculiarità della sua complessa personalità. Nei panni di Walter troviamo Elyes Gabel, che abbiamo avuto l’occasione di intervistare all’ultimo festival della Televisione di Monte-Carlo.

Cosa auspichi per la seconda stagione, specialmente per il tuo personaggio?
Niente, mi piace affrontare il futuro senza farmi delle aspettative, ma sono sicuro che la millantata mancanza di emozioni di Walter sarà ulteriormente smentita. Walter vuol far credere di essere una specie di macchina, pacato e freddo, ma non è affatto vero e siccome lo show mira a esplorare sempre più in profondità gli animi dei protagonisti, penso che ne scopriremo delle belle su di lui.

Qual è il tuo episodio preferito finora?
Segreti di Stato, la puntata della prima stagione in cui Walter scopre che i droni da lui progettati sono stati utilizzati dai militari in un modo che ritiene inaccettabile e si arrabbia con Cabe.

Il tuo personaggio è ispirato a una persona reale e attualmente in vita: ti ha aiutato a diventare simile a lui?
Fisicamente non ci somigliamo affatto, in ogni caso la serie non è stata concepita per essere la biografia di Walter O’Brien, ma uno show d’intrattenimento. Mi sono comunque informato il più possibile su di lui e ho cercato di parlargli. Mi ha raccontato del suo interesse per come istinto e istruzione si relazionano e contrastano l’una con l’altro, ma non mi ha imposto un certo modo di incarnarlo, ed è molto aperto nei confronti delle licenze creative che si concedono i produttori.

Qual è la parte più difficile del tuo ruolo?
Recitare le battute più tecniche, piene di termini per me oscuri. Il trucco è ripeterle senza pensarci troppo e sperare di riuscire a dirle alla perfezione, altrimenti dovrai rifare tutto finché non funziona, ed è francamente esasperante!

Scorpion alterna fin dall’inizio momenti in cui l’azione la fa da padrona ad altri in cui le protagoniste sono le emozioni dei protagonisti. Cosa preferisci?
Non vorrei meno azione e più approfondimento dei personaggi o viceversa, trovo che l’equilibrio sia perfetto così. Amo il ritmo della serie e mi piace quando prende una piega più personale, penso che sia la ricetta del suo successo.

È vero che sia tu che i tuoi colleghi siete ottimi musicisti?
Sì, a partire da Katherine McPhee che interpreta Paige ed è una cantante professionista. Io canto, non bene come lei, e suono la chitarra e gli altri sono tutti in grado di suonare uno strumento. Magari ne uscirà, prima o poi, un episodio musicale di Scorpion!

Lorenza Negri

Comments: