Leverage - Consulenze illegali

Prossima messa in onda: Sabato, Gennaio 21

Prossimo numero di Leverage - Consulenze illegali

close
Sabato, 21 Gen
Strategia della paura
Stagione 2
Episodio 5
Lunedì, 23 Gen
Il gioco delle tre carte
Stagione 2
Episodio 6
Martedì, 24 Gen
Il gioco delle tre carte
Stagione 2
Episodio 6
Martedì, 24 Gen
Battuti sul tempo
Stagione 2
Episodio 7
Mercoledì, 25 Gen
Battuti sul tempo
Stagione 2
Episodio 7

Le serie da ri(vedere): Leverage – Consulenze illegali

Ecco perchè Leverage - consulenze illegali è una serie da scoprire o rivedere

Leverage

Una volta c’era l’A-Team, un gruppetto di veterani del Vietnam latitanti - ognuno con abilità specifiche - che metteva al servizio delle vittime di soprusi il proprio aiuto. Il canovaccio ricorda Leverage – Consulenze illegali, una delle serie più amate di AXN con protagonista il premio Oscar Timothy Hutton nei panni del leader di un team di imbroglioni dal cuore d’oro.

Nathan Ford, ex agente delle assicurazioni e mente del gruppo è un uomo profondamente amareggiato, il quale ha perso il figlio dopo che la sua stessa azienda gli ha rifiutato il sostegno economico necessario per salvarlo. Alcolizzato e disperato, trova la forza di andare avanti trovandosi una missione: impedire le prevaricazioni sui più deboli con l'aiuto di un team di truffatori.

Sophie Deveraux ha il volto – e il fisico spettacolare – della bellissima Gina Bellman (l’attrice ha recitato nell’action Silent Trigger accanto a Dolph Lundgren) perfetta nei panni della truffatrice amante e amata da Nathan Sophie Deveraux (ovviamente non è il suo vero nome); eccezionale trasformista in grado di cambiare aspetto, accento e personalità a seconda del bisogno, non è in grado di applicare il suo talento alla recitazione sul palco, e quindi a sfondare come attrice. Hacker svitato – assieme a Parker è il più amabilmente strampalato del gruppo – Hardison (Alexis Hodge) è un orfano geniale in grado di penetrare qualsiasi sistema informatico. Ha un fisico prestante ed è molto attraente, ma la sua personalità da geek (dà nomi, per altro sempre gli stessi – ai suoi apparati) lo fa apparire più intelligente che bello. Ladra e abilissima contorsionista acrobata specializzata nel compiere furti impossibili, Parker è interpretata da Beth Riesgraf, attrice e fotografa. Socialmente ritardata, buffa e paranoica, è cresciuta senza i genitori naturali come Hardison, sballottata da una casa-famiglia all’altra. Capellone, manesco, di poche parole ed eccessivamente scontroso, Elliot è la sexy guardia del corpo del gruppo. Impersonato dal musicista e attore Christian Kane, sembra conoscere qualsiasi arte marziali, qualsiasi tipo di arma mai inventate e qualsiasi dettaglio legato alle forze militari. Non ama le pistole né i chiacchieroni, ed è molto riservato.

La cura nella costruzione dei personaggi, così originali e diversi tra loro, è il segreto del successo di Leverage: si tende a identificarsi con uno di loro e ad affezionarsi velocemente, lasciandosi conquistare dalle idiosincrasie, stranezze e fragilità di ognuno. Le loro pratiche sono illegali, ma lo scopo è sempre fare giustizia, e questo contribuisce a instillare nello spettatore un senso di benevolenza nei confronti dei protagonisti fuorilegge. Come in altri show dove un gruppetto di outsider brillanti unisce le forze per proteggere il prossimo come nel citato A-Team o come Scorpion, altra popolare show di AXN, Leverage segue una formula precisa e invariata nello svolgimento di ogni episodio (il team individua l’avversario, lo studia, organizza la truffa, le cose sembrano prendere una brutta piega e poi tutto si risolve) che rassicura il pubblico. Zeppo di citazioni – gli argomenti favoriti sono il cult di fantascienza Doctor Who e Shakespeare - ricco di dialoghi brillanti e divertenti, Leverage non rinuncia a una componente drammatica (specialmente quando si riesuma il passato dei protagonisti, specialmente di Nathan, e le conseguenze sul presente) che coinvolge a un livello emotivo superiore. I motivi per vederla sono davvero tanti, ma Leverage è anche tutta da ri-vedere grazie alla sua struttura formulaica – si può saltare qualche episodio senza perdersi irrimediabilmente – e ai suoi personaggi difficili da non amare.

LORENZA NEGRI

Comments:

Seguici